giovedì 1 marzo 2007

MADRID ti voglio bene!





Ogni volta che torno, anche se è passato molto tempo, mi sento a casa. Sarà il cielo che sembra più alto, sarà il carattere solare delle persone, sarà perché si respira la danza dappertutto, o forse perché è la città dei miei maestri, ma mi sento così bene quando sono lì! Questa volta ci sono stata pochi giorni ospite dalla mia amica e maestra Cuca (nella foto con me), non ho potuto approfittare delle tantissime scuole che ci sono, ma ho avuto la fortuna di vedere ballare lei, sempre più meravigliosa, in due nuove coreografie una di flamenco moderno e una di flamenco arabeggiante, che emozione! Poi, grazie alla mia ex-allieva Sabina che (beata lei!) si è trasferita a Madrid, e che ci aveva preso i biglietti, siamo andate a vedere l’addio alle scene di Julio Bocca col Balletto Argentino: uno spettacolo eccezionale, tecnica strepitosa e drammaticità da pelle d’oca.
Le emozioni più forti però le ho provate nel rivedere i costumi che indossavamo negli spettacoli di Fernando Hiram quando all’inizio degli anni ’90 aveva creato la Compagnia italiana di Balletto Spagnolo a Firenze. Nel ’96 era tornato alla sua Madrid per quei problemi di salute che poi lo hanno definitivamente portato via nell’ottobre del 2005, pochi giorni dopo la mia visita. Il suo ultimo desiderio era che quegli splendidi vestiti venissero conservati in Italia da me e da Alessandro (un altro ballerino del gruppo) che gli eravamo rimasti sempre più vicini per poi magari ballare tutti insieme come ai tempi della foto, ma non riuscendo mai a trovare il modo di andare insieme lui ed io ad adempiere alla volontà di Fernando, prima che venissero buttati via, mi sono decisa ad andare sola… Compito molto triste oltre che gravoso, tanto che la maggior parte della roba è rimasta ancora in quella vecchia cantina in attesa di Sandro. Quanti bei ricordi…. (i miei vestiti li avevano cuciti le mie nonnine che non ci sono più...) e che magone...
Fernando rimarrai sempre nel mio cuore!!!






4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ricordo di averti vista ballare anni fa con Cuca al Salamanca, eravate un bel duo!

Sissi

Manuela ha detto...

GRAZIE!!! :))
Erano bei tempi... sono tre anni e mezzo ormai che Cuca è tornata a Madrid e mi manca tanto non solo come insegnante ma anche come compagna di ballo, eravamo in gran sintonia...è bellissimo danzare con una persona con cui c'è feeling!

sacha catalano ha detto...

Che bell'aria che si respira in questo blog.
La danza e la malinconia dei ricordi.
Molto belle anche le foto.
Ciao

Manuela ha detto...

Grazie Sacha, sono molto contenta che ti piaccia il mio blog!
Spero di non esagerare con le mie malinconie...la danza per me è essenzialmente gioia, ma senza un pizzico di sofferenza ogni tanto forse perderebbe il suo sapore. La felicità che si prova nel ritrovarsi dopo un lungo distacco, per esempio, ha una forza speciale per me!